Home » le News » Link utili » Calcolo interessi legali e di mora

Link utili

Calcolo interessi legali e di mora

Calcolo interessi legali e di mora - Studio Cavallina & Fossaceca

Gli interessi rappresentano il costo del denaro, ovvero quanto è necessario corrispondere per avere la disponibilità di una certa somma per un dato periodo di tempo. 

 

Gli interessi legali maturano sui crediti scaduti e quindi esigibili nella misura stabilita dal Ministero del Tesoro alla fine di ogni anno: essi si applicano a qualunque ritardato pagamento sia tra privati, sia nei rapporti tra consumatore e impresa o professionista, salvo che non siano stati espressamente esclusi.

 

Le parti di un  contratto possono stabilire interessi diversi da quello legale: in questo caso di tratta di un interesse detto 'convenzionale' che comunque non deve superare il tasso soglia al di sopra del quale l'interesse viene detto usurario.

 

Il ritardo nel pagamento dei crediti commerciali - tra imprenditori - determina, per legge,  il diritto agli interessi moratori stabiliti dal Dlgs.  231/2002: essi sono superiori al tasso legale annuo e sono quindi pari  al saggio d'interesse del principale strumento di rifinanziamento della Banca centrale europea maggiorato di otto punti percentuali

 

Inoltre con la modifica all’art. 1284 del Codice civile introdotta dal D.L. 132/2014 (conv. L. 162/2014) è stato previsto che in assenza di accordo tra le parti - a decorrere dalla domanda giudiziale - si applica sempre  il tasso moratorio previsto dal Dlgs. 231/2002 sopra citato, anche quando le parti non sono imprenditori commerciali.

 

La legge 161/2014 ha definito "prassi gravemente iniqua" quella che esclude l'applicazione di interessi di mora, con il conseguente diritto del creditore al risarcimento del danno ulteriore.

 

Il web offre strumenti di calcolo che consentono di effettuare i calcoli di cui sopra, sebbene con un certo margine di approssimazione.